La disfunzione erettile: domande frequenti

 

La disfunzione erettile, un tempo definita impotenza, secondo la Società Europea di Medicina Sessuale, è la persistente o ricorrente incapacità ad ottenere o mantenere una erezione sufficiente per un rapporto sessuale completo od una diversa attività sessuale scelta.

È molto comune?

È una condizione molto comune e, probabilmente, assai sottostimata. Essa coinvolge almeno un uomo su dieci, ma attualmente solo circa il 10% di chi ne soffre riceve un adeguato trattamento. Va anche sottolineato che l’incidenza del problema aumenta pressoché proporzionalmente con l’età.

Quali sono le cause?

Sperimentare nel corso della vita degli occasionali fallimenti durante il rapporto è possibile e non deve essere immediata causa di angoscia. Vari fattori possono avere una influenza in questi casi: lo stress, che oggi riconosce molte cause, la stanchezza, uno stato d’ansia od un eccessivo consumo di alcolici. In tali casi, tuttavia, nonostante non ci sia alla base una condizione persistente, molti uomini, a causa di tali episodi, possono sviluppare una vera e propria disfunzione erettile. Gli uomini, preoccupati a motivo dei precedenti cali o assenze di erezione, possono arrivare non provare più nemmeno il desiderio di un rapporto o il piacere se stimolati sessualmente. Fino a non molti anni fa, si riteneva che il deficit erettile riconoscesse come unica causa quella psicologica; in realtà oggi sono ben conosciute le cause cosiddette organiche. La maggior parte degli uomini con disfunzione erettile presenta tuttavia una combinazione di cause fisiche e psicologiche, presentando la cosiddetta forma mista.

Per ulteriori approfondimenti leggete anche : “Le principali cause della Disfunzione Erettile”

Quali sono le cause fisiche?

Gli uomini con disfunzione erettile di origine organica manifestano spesso una comparsa graduale del deficit che si presenta comunque in ogni circostanza di vita sessuale. Le cause organiche possono essere legate a:

• Un ridotto afflusso di sangue al pene a causa di una condizione di vasculopatia

• Un eccessivo e rapido deflusso di sangue dal pene, la cosiddetta fuga venosa

• Lesioni o malattie che coinvolgano i nervi che innervano il pene

• Anomalie ormonali

• Effetti collaterali di alcuni farmaci

• Alcolismo ed uso di droghe

• Diabete

• Fumo

• Elevati livelli di colesterolo

• Condizioni che alterano il tessuto erettile del pene

• Malattie neurologiche

• Malattie croniche come l’insufficienza renale o epatica

Quali sono le cause psicologiche?

Una disfunzione dell’erezione comparsa improvvisamente in uomini che sono in grado di ottenere una normale risposta in alcune circostanze ma non in altre, può suggerire una causa di natura psicologica. Talvolta il fattore scatenante può essere facilmente identificato, ad esempio, in particolari difficoltà nelle relazioni interpersonali, nel lavoro, nel matrimonio, in stati temporanei di depressione o in orientamenti sessuali non risolti.

Cosa devo fare se presento un deficit di erezione?

È innanzitutto importante ricordare subito che negli ultimi anni le ricerche mediche hanno messo a disposizione dei supporti terapeutici estremamente efficaci per il trattamento di questa condizione. È certamente ragionevole, e per questo fortemente consigliato, rivolgersi ad uno specialista che, oltre alla visita, possa eventualmente consigliare e svolgere accertamenti mirati ed aiutare il maschio a modificare anche alcuni stili di vita che incidono non solo nella sfera sessuale ma nella salute complessiva dell’uomo.

Una moderna terapia é rappresentata dall Onde d’Urto: leggi anche “Onde d’urto per disfunzione erettile: un trattamento innovativo e non invasivo”

In Italia ci sono oltre 5 milioni di uomini che soffrono di questi disturbi, in gran parte curabili, ma solo una minima parte richiede aiuto allo specialista. Questi sono links collegati a pagine informative:

http://www.siu.it/wiki_contents/display/61

http://www.siu.it/wiki_contents/display/10

http://www.andrologiaonline.it/disfunzione.php

Nell’ospedale Villa Betania siamo in grado di affrontare e risolvere tutti i problemi di questa natura successivi ad interventi demolitivi o a patologie primitive. Nel link troverete la descrizione di alcune delle più frequenti cause di disfunzione erettile.

Da quando ho iniziato a dirigere l’Urologia del Campus Biomedico, nel 2008, ho avuto la fortuna di introdurre la moderna terapia della calcolosi urinaria e soprattutto a portare l’uso del laser ad olmio e dell’ureteroscopia con strumento flessibile per la frammentazione endoscopica dei calcoli ureterali e renali. In poche settimane, la divisione ha così colmato un gap di 20 anni in questo campo. In questi anni abbiamo effettuato oltre 250 interventi endoscopici, percutanei e anche in laparoscopia e a cielo aperto, imponendoci come uno dei centri più all’avanguardia per la cura della calcolosi sul territorio. Attualmente, i nostri giovani medici, finiscono la nostra specializzazione con un ottima conoscenza anche pratica delle più moderne tecniche di endourologia (MB)

Maurizio Buscarini

PROF. MAURIZIO BUSCARINI

EMAIL: info@romaurologia.org

P.IVA: 13568111002