A cura della Dott. Pietro Aloisi

 

Caffè, alcolici, cioccolato e spezie sono da evitare per  chi soffre di vescica iperattiva. Possono infatti irritare l’organo e favorire l’insorgere di contrazioni muscolari involontarie. La vescica iperattiva è una delle più frequenti cause d’incontinenza urinaria e si verifica proprio quando il muscolo detrusore, che circonda la vescica, si contrae in maniera incontrollata. Questo movimento provoca il bisogno urgente di urinare, con una frequenza maggiore rispetto alla norma. La vescica iperattiva riguarda in Italia oltre 3 milioni di persone, il 60% donne di età compresa tra i 35 e i 75 anni.

Le cause di questo disturbo possono essere diverse: infezione alle vie urinarie, effetto di alcuni farmaci, sovrappeso, costipazione e disturbi neurologici come Parkinson e Alzheimer, aumento delle dimensioni della prostata, debolezza dei muscoli pelvici causata da gravidanza e parto. In alcune circostanze, tuttavia, la causa della malattia resta ignota.

Per evitare il rischio di sviluppare la vescica iperattiva, il consiglio è quello di bere molta acqua, seguire una dieta sana e ricca di fibre e di mantenere il peso sotto controllo.

Oltre all’acqua, chi soffre di vescica iperattiva può bere anche le tisane alle erbe e i succhi alla pera e alla mela. Dovrebbe evitare, invece, gli alcolici, le bibite gassate, il caffè e le bevande agli agrumi, che potrebbero avere un effetto irritante.

Chi è affetto dal disturbo dovrebbe rinunciare ai seguenti alimenti: caffeina, agrumi, alcolici, cioccolato, dolcificanti artificiali, cibi piccanti e bevande gassate. È consigliabile anche evitare le fritture. È preferibile cuocere i cibi alla griglia, al forno, bolliti in pentola o al vapore. Si sconsiglia di aggiungere ai cibi spezie piccanti o salse a base di pomodoro, perché potrebbero risultare irritanti. Per dare un tocco di sapore in più agli alimenti, si può ricorrere a basilico, erba cipollina, aneto, finocchio, aglio, origano, prezzemolo, rosmarino, salvia, sale, dragoncello e timo. 

Si consiglia inoltre di preferire il pane, la pasta e il riso integrali, che contengono un’elevata quantità di fibre. Per quanto riguarda i formaggi, invece, non esiste una regola generale. Alcune persone li possono consumare con tranquillità, mentre ad altre possono causare problemi. Per restare sul sicuro, si consiglia di consumare la mozzarella, la ricotta e i latticini freschi, che di solito sono ben tollerati dalle vesciche della maggior parte degli individui.